Marcello Corti Marcello Corti

Un’estate in musica

Dal 23 Giugno all’8 Luglio sarò a Casargo per il XX Stage Estivo ANBIMA Lombardia. Per la terza volta consecutiva i dirigenti ANBIMA mi hanno dato fiducia accordandomi la Direzione Artistica dello Stage. Quest’anno ho voluto osare ancora di più rispetto al 2017: dopo aver fatto affrontare ai ragazzi pagine di Feliciani e Adler, ho voluto mettere in programma Images of a City di Franco Cesarini. Per il secondo turno di Stage Estivo, sarà entusiasmante lavorare su questo piccolo grande capolavoro! Ci sono un sacco di difficoltà all’interno di questa partitura: ritmiche, innanzitutto, ma anche espressive.

Il 10 Giugno presso la banda di Besana in Brianza abbiamo fatto la Giornata Preliminare: questo primo incontro è servito a me per capire se realisticamente era possibile affrontare un programma di tale difficoltà. La risposta è sorprendentemente sì. Siete migliorati: siete più precisi, più intonati, più attenti: è stato veramente facile fare musica con voi!

Oramai mi conoscete: giudico un brano in base ai brividi che riesce a trasmettere e a trasmettermi. Con Images of a city si è subito percepito che riusciremo assieme a creare qualcosa di veramente forte, di estremamente emozionante. Se già in prova di lettura siamo riusciti a far venire la pelle d’oca al poco pubblico presente, figuriamoci il giorno del concerto!

Dopo lo Stage estivo parto per una nuova avventura nelle Marche: a Santa Vittoria in Matenano avrà luogo il Santa Vittoria Music Camp. Ho l’onore e il piacere di essere lì come direttore ospite. Ho l’onore e il piacere di presentarmi con Wounded Knee di Luciano Feliciani: un brano molto suggestivo e molto gradevole sia da suonare che ascoltare. Ci sono tutti gli elementi che amo della musica di Feliciani: ritmi irregolari, modulazioni imprevedibili e grande gusto nella strumentazione. L’adagio conclusivo sarà qualcosa di incredibile!

Al santa Vittoria Music Camp vado accompagnato da quattro musicanti della mia terra: dal profondo nord al centr’Italia per fare musica di qualità, con uno staff di docenti veramente competenti e con la voglia di emozionarci al massimo.

E poi ad Agosto ci sarà il Festival Agnesi: quest’anno contaminazione è la parola d’ordine. La musica di Cage si incontra a quella di Mozart in occasione del Corso di Formazione Orchestrale giunto oramai alla sua quarta edizione. Abbiamo terminato il sito, sono cominciate ad arrivare le prime iscrizioni ed il lavoro si fa sempre più avvincente. Quest’anno una serata sarà dedicata all’installazione di Pietro Puccio Di Segni e Suoni, con Simone Pirovano al Sound Design. Abbiamo deciso di inserire un concerto molto particolare: Enrico Gabrielli e Sebastiano de Gennaro ci faranno tornare bambini con MicroCosmiComica: durante il concerto vi regaleremo un album da colorare che potete dipingere a seconda delle suggestioni che la musica vi suscita.

In fin dei conti, tutto ciò che non è contaminato è terribilmente noioso.

Share Post :

More Posts

1 Comment

  • Samantha Bramini
    11 Luglio 2018 at 0:59 http://a%20rel='nofollow'%20class='comment-reply-link'%20href='#comment-2'%20onclick='return%20addComment.moveForm(%20comment-2,%202,%20respond,%2068%20)'%20aria-label='Rispondi%20a%20Samantha%20Bramini'%20-%20Reply/a

    “…Ma spesso é per uscire dalla noia che nasce qualcosa di creativo!”
    I miei mega complimenti, M° Corti: vedere ondeggiare la sua bacchetta é già musica! Poi magicamente solleva note, le intreccia, le smista, le ricrea, le reinventa, le disperde lontano, se le riprende, le sospende ancora un po’…e quando meno te l’aspetti le senti già appoggiate sul cuore di ogni spettatore! Io conservo così l’emozione che ci ha trasmesso con gli alunni del secondo turno allo stage di Casargo. E grazie! (Samantha Bramini)

Lascia un commento